LUOGHI D'INTERESSE

Monumenti & musei

REALIZZA IL TUO PREVENTIVO

Hotel Mara Rimini

L'Arco di Augusto - hotel mara rimini

L'Arco di Augusto

L’Arco di Augusto è uno dei simboli della città di Rimini. Fu edificato in onore di Cesare Ottaviano Augusto esattamente nel 27 a.C. La struttura si presente molto semplice, ma senza rinunciare alla grandiosità che lo identifica. Fu’ costruito interamente da pietra d’Istria ha un’altezza di circa 10,40 metri ed una profondità di 4,10 metri con un’apertura di circa 9 metri. Sull’arco sono presenti differenti simboli dell’età romana che ne testimoniano la solennità.

L’arco sorge in via XX Settembre, un simbolo che certamente non potrai perderti.

Il museo della città- hotel mara rimini

Il museo della città

Il museo della città di Rimini fu inaugurato nel 1990. Da allora sono numerosi i reperti archeologici che custodisce e che narrano la storia di un territorio unico. Molto interessato fu l’operato di Luigi Tonini che scrisse una vera e propria storia di Rimini mediante le testimonianze degli stessi cittadini del centro abitato.

Il Museo si trova in via Luigi Tonini 1 ed al suo interno troviamo innumerevoli testimonianze romane che descrivono il passato glorioso della città oltre a testimonianze della vita religiosa e quotidiana dei suoi abitanti.

il Palazzo dell'Arengo - hotel mara rimini

Il Palazzo dell'Arengo

Le meraviglie della città di Rimini non terminano di certo qui. Facilmente raggiungibili dal nostro Hotel, il Palazzo dell’Arengo rappresenta certamente una delle attrazioni più interessanti della città.

Nel palazzo in stile romanico-gotico veniva amministrata la giustizia, e una curiosa tradizione narra di un grande sasso sul quale i debitori, a sedere nudo, dovevano battere tre volte su di esso. In uso modo estinguevano il debito accumulato evitando la riduzione in schiavitù.

ponte di tiberio - hotel mara rimini

Il Ponte di Tiberio

Sul fiume Marecchia sorge un ponte l’antico Ariminus che collega la città di Rimini a Suburbio. Anticamente il ponte era parte integrante di un tragitto che collegava Rimini a Piacenza. Il Ponte di Tiberio è una delle opere giunte sino a noi dei primi insediamenti della zona. Fu completato solo nel 21 d.C ed il risultato fu stupefacente. Una struttura imponente, costruito con innovative tecniche costruttive e arricchito non eccessivamente di simboli romani.

Nonostante le piene del fiume, guerre e l’erosione del tempo il ponte di Tiberio della città di Rimini è ancora li. Non fu abbattuto neanche dalle mine dei tedeschi, che in ritirata cercavano di guadagnare tempo.

La Domus del Chirurgo

Di grande interesse storico è certamente la Domus del Chirurgo. Si tratta di una vasta area che si stende per circa 700 mq che comprende innumerevoli reperti archeologici e costruzione, tra le quali la Domus del Chirurgo. che risale al II secolo d.C. Nell’area ci sono stati innumerevoli ritrovamenti di insediamenti dell’altomedioevo e di mosaici che hanno reso possibile ricostruire il passato di questo luogo affascinante.

Molto importante è stato il ritrovamento di ben 150 strumenti chirurgici che hanno svelato la professione del proprietario della Domus; medico militare.

L'anfiteatro romano

Da non perdere è certamente l’anfiteatro romano. Di forma ellittica un tempo ospitava gli spettacoli dei gladiatori ed altre attività legate agli intrattenimenti più famosi dell’epoca romana. Costruito nel II secolo l’anfiteatro fu utilizzato per il suo scopo originario, differentemente nel III secolo fu destinato alla coltivazione ed in seguito trasformato in lazzaretto.

Oggi viene impiegato per la messa in scena di alcuni spettacoli culturali e parte della sua struttura risulta ancora interrata. 

Castel Sismondo

Il castel Sismondo prende il nome dal suo ideatore e costruttore (all’epoca Signore di Rimini). I lavori, iniziati nel 1437, durarono per circa 15 anni e terminarono nel 1452. Nel corso dei secoli subì profonde modifiche, da fortezza dello Stato Pontificio a carcere fino al 1967. Dagli anni ’70 il castello è stato interessato da un profondo lavoro di restauro ed oggi è visitabile dai riminesi e dai tanti turisti che affollano la città.

Tempio Malatestiano

Iniziato a costruire nel IX secolo, fu terminato intorno al 1500 grazie al Signore di Rimini Pandolfo Maletesta. Nel 1803 divenne luogo di culto per i riminesi e fu trasformato in cattedrale. Fu restaurato intorno agli anni ’50 dopo i pesanti bombardamenti del 1944.

Borgo San Giuliano

Borgo San Giuliano è il più antico e importante dei borghi della città di Rimini. La sua storia si rintraccia già nel XI secolo, quando era un quartiere popolare fatto di vicoli e casette basse, abitato da gente di mare.

Teatro Galli

Il Teatro Galli, inaugurato nel 1857, ha una storia particolarmente travagliata. Bombardato durante la Seconda Guerra Mondiale, è stato finalmente ricostruito nel 2016 ed aperto nel 2018. La rappresentazione di apertura (28 Ottobre 2018) è stata La Cenerentola di Rossini.

La Darsena

Con oltre 600 posti barca, La Darsena di Rimini è considerata tra le più belle di tutto il Mediterraneo. Sorge sulla spiaggia di San Giuliano Mare ed è luogo ideale per gli amanti della vela e delle lunghe passeggiate. Alla fine del percorso pedonale è presente una casa di pescatori, interamente rivestita di conchiglie.

Avvia la chat